Qualche giorno fa, ho ricevuto una mail privata da parte di una curvy che mi chiedeva qualche consiglio su come avere più fiducia in se stessa, sentendosi brutta e vergognandosi addirittura del suo corpo.

Naturalmente non dirò mai a nessuno, nemmeno sotto tortura, chi mi ha scritto, e spero invece che a questa persona non dispiaccia se pubblicherò in questo post la mia risposta, solo quella, naturalmente.

Dopo aver letto la sua mail, mi sono sentita così ispirata e coinvolta che ho scritto a mia volta una mail piena di positività, che era ciò che volevo infonderle, anche con qualche consiglio pratico su come faccio io, in determinati momenti no, a sentirmi in pace con me stessa!

Quando ho creato questo blog, avevo in mente uno spazio dove parlare del mondo curvy a 360°, quindi si: di outfit, modi e idee per essere più belle, consigli di stile, ecc… non ho mai pensato ad un fashion blog e infatti, non credo che questo lo sia… pensavo piuttosto ad un crocevia dove raccontare cosa significasse essere una curvy nel mondo di oggi, dunque dove parlare dell’anima della curvy in tutte le sue sfaccettature, incluse le tematiche più scottanti per tutte noi, legate all’accettazione di sè.

Dunque, mi sembra doveroso, dato quanto ero ispirata in quel momento, condividere con tutti alcune considerazioni sull’auto accettazione. Come ho scritto nel titolo del post: “amarsi senza se e senza ma!

Le parole che seguono sono solo le mie, ho cancellato ogni riferimento alla mail privata della persona che mi ha scritto.

Buona lettura!

Devo confessarti che, anche se amo le mie “ciccette sballonzolanti”, a volte le detesto! Ed è normale, capita a tutti. Ci sono dei giorni in cui non sono affatto orgogliosa di me e mi sento orribile. Ma anche alle magre succede… non è una questione di peso!

E il punto sta proprio nell’ultima frase: non è una questione di peso. E’ vero, non lo è. Spesso nessuno conosce il nostro peso, informazione che stiamo ben attente a mantenere privata, se non noi stesse. E noi siamo le prime che ci puntiamo il dito contro, siamo le prime a non volerci bene.
Volersi bene ed accettarsi, secondo me, non significa infatti non fare nulla per migliorarsi. Io ho avuto un piccolo problema, qualche mese fa, e da allora ho cambiato radicalmente il mio modo di mangiare, perdendo anche qualche kg. Ma lo scopo non era quello di perdere peso, era semplicemente quello di disintossicare un pò il mio corpo e stare meglio con me stessa.
Chi è cicciottello dalla nascita, difficilmente diventerà mai una stecca da biliardo, e gli altri che non fanno altro che dire “ma dai, che vuoi che sia! Un pò di movimento e dieta, ed è fatta…” , non hanno capito niente, non hanno mai vissuto quello che viviamo noi e non fanno altro che farci sentire peggio, inadeguate e sole!
Ma se una persona arriva addirittura ad odiare se stessa, allora le cose sono due:
– se la cosa è così forte e  fa stare così male, allora forse sarebbe il caso di pensare davvero di perdere qualche kg, trovando motivazione nel fatto che non ci si piace, per stare meglio con se stessi e con gli altri.
Oppure…
– …oppure iniziamo ad amarci! Lo so, non è così semplice. E’ facile parlare, lo so.
Su questo tema, tutti sproloquiano anche troppo. Gente che magari nemmeno è mai stata grassa…
Dunque io non voglio filosofeggiare, voglio dare dei consigli pratici su come stare un pò meglio, su come amarsi ogni giorno un pò di più. Scriverò all’imperativo ma, naturalmente, non ho la presunzione di dirvi cosa fare, prendetela piuttosto come un consiglio, un’incitazione da amica.
Queste cose, almeno con me, funzionano:
Spogliati e guardati allo specchio! Non è così male ciò che vedi. Guardati e riguardati, ti abituerai alla tua vista. Conosci te stessa e il tuo corpo, facci amicizia, litigaci, affrontalo!
Non aver paura di lui, non nasconderti, non nasconderlo!
Prova a comprare un paio di vestiti nuovi e cambia taglio o colore di capelli.
Comincia a vederti sfiziosa, a trovare un tuo stile.
Sorridi, perchè il sorriso è contagioso e dà l’idea di avere davanti una persona forte, che crede in sè stessa.
A volte, cerca di stare in mezzo alla natura, e prova a sentirti parte di essa. Mi aiuta molto, sai?
Quando guardo la bellezza della natura e poi penso a me, all’inizio penso che non sono degna, che non faccio parte di quella meraviglia… poi però penso che in realtà io vengo da tutto ciò, io vengo dalla terra, dal mare, dall’erba… L’orizzonte, lo sto guardando con un paio di occhi che mi sono stati donati dalla natura stessa.
La natura sono io e lei è me… e facendo questi pensieri… mi sento bella così come sono e mi sento in pace.
Anche i fili d’erba, non sono tutti uguali… ma fanno tutti parte dello stesso prato.
 
Un abbraccio,
Valentina.
Sperando di esservi stata un pizzichino utile,
vi abbraccio tutte/i,
Vale.

2 thoughts on “Auto accettazione: amarsi senza se e senza ma!

  1. “Chi è cicciottello dalla nascita, difficilmente diventerà mai una stecca da biliardo,”

    verissimo..si può dimagrire ma magrolini difficilmente si diventerà..e vale anche l’inverso: chi è esile, come il sottoscritto da sempre può anche ingrassare ma difficilmente ingrasserà “troppo” al punto di diventare obeso (certo ammetto che la cosa non mi dispiace) Nel mio caso mi farebbe bene mettere su un po’ di muscoli, tonificarli ed eliminare il flaccidume ma non lo farò mai per pigrizia.
    Comunque secondo me hai dato dei bellissimi consigli!

    1. Paolo, sono convinta che ognuno è un mondo a parte, un universo da scoprire: grasso, magro, alto, basso… sono solo etichette, null’altro. Il problema vero di questa società è che nessuno ha più voglia di conoscere ed entrare nell’universo dell’altro, perchè richiede tempo e fatica, e così ci si limita a guardare se uno porta la 38, se ha le labbra carnose e il vitino da vespa, ecc, ecc… Ciò che voglio dire è che con o senza muscoli, sarai sempre tu. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *