1) Perdere peso… Buahahahahahahhaha No, volevo iniziare con lo scherzetto! Ma quanto sono simpatica?! “Quanto la sabbia nelle mutande!“, direte voi. Vabbè, pazienza, nessuno è perfetto.

Un altro post che parla di buoni propositi per il nuovo anno. Se ne sentiva fortemente la necessità, vero? Invece di farvi vedere qualche nuovo outfit scintillante per l’ultimo dell’anno magistralmente portato dal mio corpo tondo e pieno di rotolini, vi ammorberò con fiumi di parole. Quest’anno va così, mi sento riflessiva e filosofica, facciamocene tutti una ragione.

PROPOSITI:

1) Smetterla di mangiare torroncini: mia suocera mi ha regalato una busta piena di torroncini piccini e invitanti, molto natalizi e buonissimi, di quelli confezionati ad uno ad uno… li ho quasi finiti ed inizio a sentire un fastidio ai denti… Oddio. Basta.

2) Smetterla di litigare con componenti della mia famiglia. E’ così difficile… Rettifico: smetterla di frequentare componenti della mia famiglia… d’altronde se non li frequento, non ci litigo, no?

3) Smetterla di odiare alcune persone solo perchè hanno un lavoro e io invece no… Ma è gente raccomandata che scrive la “e” senza accento, come si fa???????

4) Investire nuove forze ed energie nel blog per diventare una blogger migliore: nuova veste grafica, magari l’acquisto del dominio, più “mi piace” su Fb e più follower su Twitter… odio queste cose, io sono bravina con la scrittura ma non sono brava a pubblicizzare, non sono una commerciale… vorrei che le visite al blog spuntassero come per magia, solo perchè la fatina dei blogger dissemina la sua polvere magica per fare in modo che alcuni lettori, tanti, si innamorino di me e di come scrivo.

5) Avere propositi per l’anno nuovo più realistici

6) Trovare, finalmente e dopo mille peripezie, il lavoro dei miei sogni.

7) Far trovare a mio marito, finalmente e dopo mille peripezie, il lavoro dei suoi sogni.

8) Vincere alla lotteria e scaricare entrambi il lavoro dei nostri sogni.

9) Avere propositi per l’anno nuovo più realistici AH, NO, SCUSATE, L’AVEVO GIA’ SCRITTO…

10) Avere fondi a disposizione per comprare tutti gli outfit meravigliosi che desidero da tempo.

11) Azzeccare gli outfit, ricordarsi che il nero non si mette ai matrimoni (ma perchè? a me sembrava tanto belloooooo), di non essere sciatta nelle foto e di acconciare anche i capelli. Non fare la faccia da pirla e cercare di migliorare la qualità degli scatti.

12) Viaggiare di più. Ancora di più? Si, sono una che non si accontenta.

13) Smetterla di fantasticare su Mika, farsi una ragione sul fatto che il ragazzo abbia altri interessi e ricordarsi di essere felicemente sposata.

14) Farsi dei nuovi amici che siano culturalmente stimolanti e abbiano interessi simili ai miei e vite interessanti, e…

15) Vivere un altro anno in salute con mio marito, stretti in un abbraccio d’amore, tra alti e bassi, convinti che, nonostante tutto, nulla ci scalfirà se continueremo a stare l’uno tra le braccia dell’altro.

0 thoughts on “Buoni propositi per l'anno nuovo

  1. Smettere di fntasticare su Mika è impossibile. A meno di non fare chiodo-scaccia-chiodo….ecco, mi sa che sono passata dalla padella alla brace: ora passo ore a fantasticare su tredici nani, uno stregone ed un hobbit! Soprattutto sul piccolo hobbit…. xD
    (meglio non farlo sapere al mio ragazzo d.d)
    Buon anno!!

    1. Buon anno a te, cara Gaia! Smettere di fantasticare su Mika è impossibile, è vero! E’ bello, talentuoso, simpatico, di buon cuore… anzi Mika, dato che ormai sei d’adozione italiana, se sei in ascolto, io sono una Big Girl (e tu stesso canti: “Big Girl, you are beautiful!”) e ti adoro!!!! Non ho ben capito il riferimento a “Lo Hobbit”, se sarcastico e no… ehm… meglio Mika dei nani, direi… Ma ognuno ha i suoi gusti, quindi ben vengano i nani e i piccoli hobbit. Mi perdonerai ma ancora non ho visto l’ultimo, quindi forse non ho capito tutti i riferimenti. Auguri cara! Buon 2014! Valentina

      1. Ho appena scoperto come si risponde ai commenti *_* (eh, sì, sono un genio ritardatario xD)
        Il riferimento allo Hobbit è questo: solo i personaggi di quel libro/film riescono a farmi smettere di fantasticare su Mika ^_^ Ciao!!! 😀

        1. Cara Gaia,
          nel frattempo sono andata a vedere il film… devo ammettere che c’è qualche nanetto particolarmente papabile, comunque… 😀

  2. Buon anno… se posso darti un consiglio perché so che certi pensieri non portano da nessuna parte, non pensare a numeri o altro, vedrai che se tieni a quello che scrivi ci sarà sempre qualcuno di giusto che legge e la qualità importa più della quantità. Inoltre, non pensare agli outfit come a qualcosa di giusto o sbagliato, se a te il total black a un matrimonio fa stare a tuo agio fai più che bene a metterlo, ma ci sarà sempre qualcuno che esprimerà una sua opinione e non è detto sia più giusta o più sbagliata rispetto alla tua anche se diversa. Un abbraccio.

    1. Grazie Marged per le tue parole che sono, come sempre, molto apprezzate e tenute in grande considerazione da me. Spero di diventare una blogger migliore. Non sapevo nulla, o quasi, di questo mondo quando ho iniziato, ora ne so un pò di più, ma sempre troppo poco… però amo molto il blog e questo è importante, come dici tu, più di molte altre cose. Buon anno a te!

  3. ho aggiunto il mio “mi piace” al tuo blog su facebook (non sono su twitter) e ti auguro che aumentino ma non dare troppo peso a queste cose e stai serena! Buon anno! Ciao!

    1. Grazie Conte… purtroppo io non sto serena mai, nemmeno quando tento di meditare a gambe incrociate, puntualmente mi viene voglia di un torroncino o cado dal divano… E’ un onore che un conte sia passato a trovarmi, non vorrei però poi ritrovarmi senza testa o impalata… Magari l’assenza della testa però potrebbe farmi stare più serena, chissà…

    1. Ah! Ciao Paolo, già mi stavo facendo un film (o un telefilm), per la serie “True Blood” su chi potessere essere questo misterioso “Conte”. Ma sei tu e la cosa mi rincuora. Un abbraccio e Buon Anno!

  4. Voglio spezzare una lancia in favore tuo, mio e di tutti coloro che non hanno un lavoro (o un lavoro fisso) sebbene lo meritino più di chiunque altro. In quanto all’invidia che provi nei confronti di queste persone non proprio meritevoli, ricordati – ma mi pare di capire che lo sai bene – che dai sentimenti negativi può nascere qualcosa costruttivo. Tipo in determinazione, costanza nella ricerca del lavoro, oppure, come suggerivi te, maggior dedizione al blog. Insomma, l’importante è che tu non ti faccia avvilire da questa situazione.
    Per quel che può valere la mia esperienza, posso dirti che da quando ho iniziato a “tirarmela” con i datori di lavoro, sono stata rivalutata. Alcuni mi hanno dato una paga migliore, altri si rodono il fegato perché li ho “scaricati” dato che mi pagavano poco e ora rimpiangono la mia presenza. In definitiva, non sono arrivata da nessuna parte. Ma, di certo, sono riuscita a ottenere maggiore rispetto da quelle persone con cui collaboro. Per i nuovi lavori, è sempre un rebus, ovviamente. Non parliamo, poi, dei colloqui di lavoro al limite della demenza…
    Dai, bisogna solo crederci!!! Un in bocca al lupo a te, uno a me e uno a quanti si trovino in questa situazione!

    1. Crepi il lupo, cara Marica! Sono completamente d’accordo con te: bisogna crederci. Quindi ricambio con… un in bocca al lupo a te, uno a me e uno a tutti quelli che si trovano nelle nostre stesse acque! 😉 Un giorno tutto questo cambierà, lo so.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *