Contattami!

Se questo blog ti è piaciuto, se vuoi scrivermi in privato, se vuoi un consiglio personale, se hai bisogno di un pò di forza in qualche momento buio da una curvy e/o plus size come te, ma non vuoi condividerlo con tutti… Contattami!

Non esitare. Cercherò di rispondere celermente a tutti!

Inoltre, se cerchi una collaborazione tra blogger, se vuoi farmi recensire un prodotto, se ti interessa il mio modo di scrivere… Contattami e avrai tutte le risposte che cerchi!

SCRIVIMI A:

tondamente@virgilio.it

E CERCAMI SU FACEBOOK:

https://www.facebook.com/pages/Tondamente-Curvy-Blog/586298211381851?ref=hl

Se invece sei interessato al mio Negozio On Line di Moda Curvy & Plus Size: “Curvy Love – Abbigliamento Donna dalla tg 48 alla tg 60”,

curvyloveitaliascritta

PUOI TROVARCI QUI:

http://www.curvyloveitalia.it/

O SU FACEBOOK:

 

https://www.facebook.com/pages/Curvy-Love/1515955788641694?ref=hl

O SU TWITTER:

https://twitter.com/CurvyLoveItalia

ABBIAMO ANCHE UN CANALE YOU TUBE:

https://www.youtube.com/channel/UC-ymjlSaO4ujPGL3fWLAP3Q

INFINE, SE VUOI CONTATTARCI PRIVATAMENTE, PUOI SCRIVERCI QUI:

info@curvyloveitalia.it

 

7 thoughts on “Contattami!

  1. Cara Curvy, ho letto con molto divertimento il tuo post sui matrimoni. Anch’io odio i matrimoni e, sai una cosa? Ho messo in pratica le mie capacità creative per mettere in scena matrimoni fuori dall’ordinario. Se hai voglia vai a dare una sbirciata al mio sito: http://www.correreneisogni.com devo ancora rifinirlo, ma l’idea c’è. Mi hai dato un’idea. Sono una curvy anch’io, ma per carattere detesto essere al centro dell’attenzione. Devo cercare abiti da sposa per curvy senza essere una parodia degli anni ’50. Per carità mi piacciono, ma spesso si finisce per travestirsi da attricetta anni ’50. Ciaooo!!!
    Caterina

    1. Grazie Caterina, molto bello il tuo sito, io però mi sono già sposata… in effetti, potrei scrivere un articolo sul mio abito plus size! Anche tu mi hai dato un’idea! 😉 Torna a trovarmi. V.

  2. Io sono una taglia 42/44 (anni fa ero una 46) ma sono stata discriminata e maltrattata, considerata obesa. Pensate che ancora adesso i miei parenti (che per fortuna sono lontani) mi dicono che se non dimagrisco non troverò mai nessuno e se sono l’unica tra i miei cugini a non essere ancora fidanzata e/o sposata è perché sono grassa. E ovviamente per loro non porto la 42 ma almeno la 48, mi accusano addirittura di aver sostituito le etichette per prenderli in giro.
    Sono poche le persone a cui il mio corpo piace così com’è, anzi pochissime. Sono stata rifiutata dai ragazzi che mi piacevano, sono stata maltrattata, addirittura ho frequentato dei ragazzi che non riuscivano neanche a baciarmi perché per loro oltre la taglia 38 fai schifo.
    Ho anche avuto una relazione con un ragazzo straniero, a cui piacevo davvero, ma quando ne ho parlato ai miei parenti mi hanno detto che straniero non conta perché gli stranieri non hanno gusto e quindi questo “fidanzamento” per loro non era valido e soprattutto non mi faceva guadagnare punti.
    L’episodio che più mi ha ferita è successo l’anno scorso (premetto che ho passato i 30 quindi non sono una ragazzina e non frequento 15enni ma miei coetanei).
    Ho conosciuto un ragazzo in chat, ci siamo dati appuntamento in centro città per le 16, sono uscita dal lavoro e mi sono recata all’appuntamento. Come mi ha vista mi ha accusata di averlo preso in giro, mi ha detto che sono grassa e che se l’avesse saputo non si sarebbe mai sognato di chattare con me. Gli ho detto “Ma se porto la 42!”, E lui “La 42 è cicciona”. Mi ha lasciata lì come una scema e non abbiamo neanche preso un caffè.
    A quel punto sono andata a prendere il treno per tornare a casa e in treno ho visto una coppia: lui bellissimo e palestrato (molto più bello del ragazzo della chat) e lei davvero obesa. Non ce l’ho fatta, sono scoppiata a piangere e ho avuto un attacco di panico. Ero talmente demoralizzata che chiunque ci avesse provato con me in quel momento gli avrei detto di sì senza neanche guardarlo (magari senza neanche sapere se era un uomo o una donna).
    Dopo quell’episodio sono sempre sulla difensiva, ho sempre paura di essere rifiutata per il peso, inoltre evito di vedere i parenti dicendo che non ho le ferie, perché non ce la faccio a presentarmi senza fidanzato, non reggerei più le loro critiche.

    1. Carissima, io porto una taglia 58 e ti posso assicurare che una 42 non è nemmeno lontanamente curvy. Il mondo è ingiusto e cattivo. L’unico consiglio che posso darti è: cambia aria, frequenta nuove persone, nuovi giri… E sii consapevole che non hai niente di sbagliato, è il mondo che fa davvero schifo.

  3. Continuo a subire body shaming, ogni giorno torno a casa piangendo e ultimamente sto anche saltando la cena.
    Mi chiedo come fate voi a trovare gente che vi rispetta. Io porto la 42/44 ma mi trattano tutti come se portassi una taglia 80.
    Oltre agli episodi già citati in precedenti messaggi, ve ne cito alcuni degli ultimi giorni:
    – mi piaceva un mio collega (che era single e un po’ provolone, ma solo con altre e mai con me) e mi ha rifiutata dicendomi di essere fidanzato. Il giorno dopo ho scoperto che continuava a provarci con altre, tutte sotto la taglia 40.
    – ieri in metropolitana mi sono alzata per scendere, dei ragazzi (anzi uomini, non erano ragazzini) hanno cominciato a dire “Ma che taglia porterà? Sicuramente XXL”, e un altro “XXL? Sei generoso, questa è una 4XL minimo”. Li ho guardati malissimo, gli volevo rispondere che ero incinta ma sono dovuta scendere. Sto malissimo. Stasera non ceno. Sto piangendo. Per inciso porto una M, a volte anche S, ma evidentemente per i maschi è una 4XL…
    – poco fa, sempre in metro, c’era la fila per entrare dai tornelli e un ragazzo dietro di me ha cominciato a dire che la fila si forma perché ci sono delle ciccione come me che occupano lo spazio di dieci persone. Sono scoppiata a piangere e, sperando di farlo addolcire, l’ho fatto passare davanti. È passato senza neanche dirmi grazie.
    -uno a cui piaccio c’è, ma è sposato, e l’idea di poter fare solo l’amante mi butta giù ancora di più.

Rispondi a progettofelice Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *