E’ recentemente apparsa sulla copertina della rivista “Rolling Stone” con il sottotitolo: “How she conquered the world“, ovvero “Come ha conquistato il Mondo“. Lizzo è diventata, nell’ultimo periodo, una vera e propria icona, la sua immagine e la sua musica rimbalzano da un palco all’altro e da una rivista ad un’altra. E’ diventata una vero e proprio fenomeno, pioniera di un nuovo modo di essere pop star, facendosi portavoce anche della filosofia body positive.

Lizzo, pseudonimo di Melissa Viviane Jefferson, classe 1988, è una cantante, rapper, cantautrice e attrice statunitense. E, come se ciò non bastasse, è anche una notevole musicista e il suo strumento è il flauto traverso, davvero inusuale per una rapper e super pop star. Ma Lizzo è famosa proprio per il fatto che rompe sempre le righe, spiazza, smentisce gli stereotipi e porta sul palcoscenico tutta sè stessa, una voce meravigliosa, tanti concetti importanti, e una fisicità plus size, giunonica e morbida.

Tanto per capirci, se non l’avete mai vista in azione, ecco il video di “Scuse Me” in cui appare magnifica come una Dea, da guardare tutto, fino alla fine.

La sua musica e il suo modo di fare possono piacervi oppure no, ma non essendo questo un blog musicale, non è di questo che parleremo. Ci soffermeremo piuttosto sul messaggio che questa ragazza di Detroit sta urlando a squarciagola, sbattendo in faccia a tutti la sua immagine poco convenzionale, sui palchi, sui social, in tv e anche al cinema.

Perchè, la sua, è una vera rivoluzione?

Perchè, fino a questo momento, non c’era mai stata una donna, portatrice di una fisicità fuori dai soliti schemi, che si spogliasse con disinvoltura e si esibisse in maniera seducente, con tutine e body aderenti, senza remore, esattamente come, prima di lei, avevano fatto numerosissime pop star normo peso: da Britney Spears a Jennifer Lopez, da Lady Gaga a Katy Perry, e tante, tantissime altre.

Nessuna mai, con un corpo plus size come quello di Lizzo, avrebbe osato tanto. Eppure lei lo ha fatto. E ha lasciato il Mondo a bocca aperta, lanciando un messaggio chiaro e preciso (che è poi ricorrente anche nei testi di alcune delle sue canzoni): io non mi vergogno di quello che sono!

Lizzo ci invita a guardare, ci invita a ballare, ci invita a vivere.

E sta facendo circolare un’immagine di donna che, fino ad ora, era stata sempre e solo associata a pigrizia, timidezza, inferiorità, umiliazione, vergogna, remissività, zero sessualità e, laddove presente, nel cinema, era sempre stata relegata a ruoli comici in cui diventava la zimbella della situazione. Lizzo invece rivendica la propria sensualità, il suo essere donna, il suo essere potente, il suo infischiarsene di ciò che pensano gli altri.

Lizzo è una ventata di body positivity e di aria fresca.

E’ un caso raro e unico nello showbiz e, la speranza, è che sia solo un’apripista, e che dunque sia soltanto l’inizio di questa rivoluzione verso l’accettazione del corpo della donna, in ogni sua forma e in ogni taglia.

Che sia la rivendicazione per tutte quelle cantanti, attrici, ballerine… che si sono sentite dire di no, nonostante il talento, perchè giudicate troppo grasse.

Che sia la rivincita di ogni donna che, a causa di un corpo non canonizzato, si è sentita esclusa e bullizzata e poco apprezzata.

Che sia la fine di un’era e l’inizio di una nuova avventura dove ogni donna sarà libera di essere, semplicemente, ciò che è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *